Esse di Lisca

Con questa esse che non posso pronunciare
nostro signore c’ha scritto un sacco di parole.
Il sesso, il sonno, il sogno, la sabbia, l’assonaza, l’assonometria, la sostanza, il sinolo, la stranezza, il sillogismo, il sussurrare un segreto, anche scomodo.
Salire ma non scendere,  scoprire.
Stare.
Sospirare.
Sostenere, assecondare, sindacare, schierarsi, scegliere.
Scrivere sul soffitto, rispondere solo: sì.
Silenzio, sottile sospetto.
E i salti, i saldi, le tasche, i se senza i ma, le scale, le pesche, i suoni, i sordi, un sacco di sassofoni e le percussioni.
Gli spartitraffico, tutti i segnali, i massi, i sassi.
La strada.

ma soprattutto il sesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...